Il Monostrato MS

Il processo tecnologico che va sotto il nome di MONOSTRATO  per la fabbricazione di mattonelle e lastre in agglomerato di cemento mediante stampaggio in una pressa idraulica è una innovazione interamente ed unicamente dovuta agli studi ed alle esperienze maturate da LONGINOTTI nel settore.

Introdotto per la prima volta nel 1966, ha da allora beneficiato di numerosi stadi evolutivi, molti dei quali coperti da brevetti internazionali. Nel 2001 il MONOSTRATO LONGINOTTI è entrato nella sua seconda generazione con un determinante salto tecnologico-qualitativo, cioè con l’evacuazione dell’acqua in eccesso dallo stesso tampone di pressata, anziché dal fondo dello stampo come nella prima versione, consentendo in tal modo una serie di consistenti vantaggi che già sono stati apprezzati da varie decine di utenti in tutto il mondo.

Anche questa seconda generazione si è evoluta nei dettagli tecnologico-costruttivi, tutti tesi alla semplificazione ed alla efficienza ed economia del processo nonché alla riduzione dei costi di manutenzione della pressa. Ognuno di tali dettagli ha ottenuto un brevetto internazionale ed in virtù di tutti questi stadi evolutivi, nonostante i numerosi tentativi d’imitazione il processo MONOSTRATO di LONGINOTTI ha rappresentato e rappresenta il punto di riferimento per i produttori del settore.

 

I vantaggi del Monostrato LONGINOTTI

Sotto il nome di MONOSTRATO si intende, nel settore della fabbricazione di prodotti (mattonelle, lastre etc) in agglomerato di cemento, un processo tecnologico tale da non richiedere l’uso di un secondo strato semisecco per assorbire l’acqua in eccesso dalla miscela umida, chiamata “primo strato” poiché è la prima ad essere introdotta nella pressa di stampaggio.

La tecnologia monostrato regala un primo immediato vantaggio nello spessore finale del prodotto, con una riduzione di oltre il 40% rispetto al prodotto doppiostrato, a parità di resistenza meccanica, con benefici evidenti sui costi di trasporto e sulla maneggiabilità del prodotto stesso. Inoltre l’alta pressione di stampaggio e la conseguente maggiore compattezza della struttura offrono migliori risultati visivi quando il prodotto debba essere lucidato per l’uso come pavimentazione d’interni.

Nella versione più avanzata della tecnologia LONGINOTTI, l’evacuazione dell’acqua in eccesso dalla miscela umida (non più “primo strato” ma “singolo strato”) avviene attraverso lo stesso tampone di pressata della pressa, mediante l’impiego di uno speciale tampone drenante (brevettato) e di un sistema filtrante (brevettato). Le parti soggette ad essere periodicamente sostituite (filtri) sono elementi di commercio, di basso costo, che praticamente non influiscono sul costo totale del prodotto finito. Tutti gli altri elementi (brevettati) della tecnologia LONGINOTTI non sono soggetti a sostituzione periodica e quindi non impegnano l’utilizzatore nei confronti di Longinotti Group.

La tecnologia MONOSTRATO di LONGINOTTI ha provato negli ultimi anni di essere particolarmente adatta anche alla produzione, in una pressa idraulica, di prodotti di medio / alto spessore adatti alla collocazione in ambienti esterni, sempre in virtù della maggiore qualità (anche visiva) del prodotto in confronto alla tradizionale tecnologia “doppio strato”.

La tecnologia MONOSTRATO di LONGINOTTI può essere applicata a tutte le presse del programma costruttivo di Longinotti Group, anche sulle piccole semi-automatiche. Inoltre anche vecchie presse “doppio-strato” possono eventualmente essere attrezzate per la produzione di elementi “monostrato”.

In ogni caso la tecnologia MONOSTRATO di LONGINOTTI consente agli utilizzatori di non rinunciare alla tecnologia tradizionale “doppio –strato” ed a questo scopo il programma costruttivo di Longinotti Group comprende presse “miste” monostrato-doppiostrato (MS/DS) capaci di stampare, con la stessa serie di stampi, sia prodotti monostrato che doppiostrato