Il processo

Il sistema Longinotti Recycling consiste nella trasformazione di rifiuti plastici rigidi e flessibili – di origine urbana, industriale o agricola – generalmente senza particolare selezione ne lavaggio, in prodotti finiti di buona qualità. I rifiuti, sfusi o inballati, vengono caricati sulle linee di preparazione dove sono sottoposti a triturazione in un prerompitore per essere poi inviati al granulatore o al densificatore a seconda della loro tipologia.
Il prodotto granulato è inviato ai silos intermedi di stoccaggio e quindi ai silos di miscelazione.
La miscela così ottenuta è quindi introdotta in uno speciale estrusore che la trasforma in una pasta omogenea senza nessun degradamento del materiale.

Gli estrusori

Tutti i nostri estrusori adottano un efficiente rapporto lunghezza/diametro che consente un rapida fase di estrusione garantendo una qualità costante della pasta plastica ottenuta.
L’estrusore alimenta una serie di stampi a bassa pressione raffreddati ad acqua che, a seconda delle loro dimensioni, sono montati in differenti configurazioni quali tamburo rotante (riciclatore LEP 3.7 ) tavola girevole (riciclatore LER 7.0) e il NUOVO LER 7.0 HP High Performance) o linea orizzontale (riciclatore LEA 2.0 )

Dopo la fase di raffreddamento, il prodotto finale viene espulso ed è pronto per lo stoccaggio e quindi per la vendita.

Capacità produttiva: 300÷900 kg/h , secondo il tipo di estrusore
Maggiori capacità sono disponibili su richiesta.

Gli stampi

Gli stampi realizzati con speciali leghe di alluminio, sono semplici, intercambiabili e grazie alle loro basse pressioni di esercizio, non particolarmente costosi.

L’ambiente

Gli impianti di riciclo LONGINOTTI RECYCLING sono efficienti, semplici, facili da usare a da manutentare, ecologici in quanto totalmente non inquinanti.

Manodopera

Solo pochi operatori sono necessari per la conduzione dell’intero impianto